Appunti di viaggio - La Riforma si fa a scuola
Nuovi licei, il confronto sbarca sul web

Se si pensa che il primo edificio dal nome “liceo”, dedicato ad Apollo, fu costruito da Pericle e Aristotele vi insegnò filosofia per tredici anni, se si ricorda che ai licei italiani sono legati i nomi di Gabrio Casati e Giovanni Gentile, forse si può comprendere la delicatezza con cui è opportuno intervenire sulla materia.
Le decine di tentativi di riforma del passato insegnano che la via del confronto e del buon senso è la migliore da percorrere. Per questo, dopo la prima lettura e il primo via libera del Consiglio dei Ministri al progetto, il ministro Mariastella Gelmini ha deciso di aprire uno spazio di discussione per perfezionare il testo e continuare ad ascoltare il mondo della scuola, della cultura, le famiglie, i ragazzi, i dirigenti scolastici e gli insegnanti: oggi sull’assetto generale, domani sulle “indicazioni nazionali” da rivedere per tutti i cicli. Il compito della Cabina di regia è di sostenere il processo di riforma valorizzando ogni possibile contributo. Sarà un dialogo che si svolgerà in primo luogo attraverso questo sito in cui sarà possibile accedere e scaricare i documenti approvati in prima lettura, su cui nel frattempo si è aperto un confronto col mondo della scuola che sta portando ad alcuni miglioramenti, e avere la possibilità di commentarli articolo per articolo.